Visite fiscali e certificati di malattia: dal 13 gennaio cambiano le regole

A Tutti i MMG
Cari Colleghi, da Sabato 13 Gennaio 2018 opererà il polo unico delle visite fiscali in capo ai 1200 medici INPS, e in allegato, in un link, alla fine di questo articolo, troverete un interessante articolo che fa il punto sulle visite fiscali e sui certificati medici.
Viene anche specificato quali sono le categorie che sono esentate dalla reperibilità; troverete in calce all’articolo le tabelle di riferimento citate nell’articolo che ho ricercato e aggiunto (tabella E e prime tre categorie della tabella A del decreto 834/81).
Desidero ricordare che il nuovo sistema prevede che all’atto della emissione del certificato da parte del medico certificatore, automaticamente arriva al medico fiscale che in quel momento si trova più vicino al domicilio del paziente attraverso un meccanismo di geo localizzazione la segnalazione di procedere a visita fiscale infatti tutti i medici fiscali sono stati dotati di smartphone o altro strumento infotelematico utili allo scopo.
In ultimo ma non per ultimo è vi ricordo che all’atto della certificazione il medico dichiara anche la sede dove ha visto e visitato il paziente (a domicilio o in ambulatorio) e il riscontro di una eventuale non corrispondenza in questo senso può configurare il reato penale di falso ideologico.
Purtroppo il disegno di legge presentato in commissione affari costituzionali del Senato da Maurizio Romani (MMG toscano), senatore vicepresidente della Commissione Sanità, sull’autocertificazione (fino a tre giorni) non ha concluso l’iter parlamentare per la conclusione della legislatura.

Visite fiscali e certificati

Il Segretario generale
Luigi Galvano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *